Un sabato mattina come tanti

Stamattina a letto alle 2. (maledetto il lancio dell’iPhone).
Sveglia a colpi di martello pneumatico, sega circolare, e forse anche cariche di tritolo. Alle 7:40.
Mi trascino fuori dal letto dopo i primi 10 minuti di concerto.
Calzoncini, maglietta, occhiali da sole, esco ed apro gli scuri della cucina.

Ore 10:52.
Realizzo che non mi sono mai tolto gli occhiali da sole.
(e che senza, peraltro, il monitor e` di una brillantezza accecante).

Buongiorno anche a voi.
(ho fame)

Author: zen

Geek of all trades, having fun with *NIX, the Internet and computer security since 1995.

4 thoughts on “Un sabato mattina come tanti”

  1. Ti capisco… io sono stato in chat con amici :) fino a 00:45, poi ho deciso vado a letto… ma come fai a dormire…

    Nel silenzio mi sembra di sentire il rumore di decine di plastichine strappate… scatole che si aprono… sospiri di nuovi utenti iPhone… uffffff
    Torna al mac e vivi questa strana notte fino alle 3

    Ma al mattina e’ il peggio, mi sveglio alle 11, squilla il cellulare… pieno di aspettativa lo guardo…. blah… e’ il solito nokia… e per di piu’ una chiamata di lavoro …

    ARGH .. un sabato mattina come tanti… non bello :(

    Ebbene si, I’m coming to a sad realization… Cancel or Allow ? … CANCEL !!!

  2. “e forse anche cariche di tritolo. Alle 7:40.”

    Ecco chi era che faceva casino mentre stavo andando a dormire !!!

    La prossima volta consiglio elettroshok, costicchia di bolletta, ma vuoi mettere
    il look alla Joe Cocker al concerto di Woodstock ?? ;-D

    Ciao, birretta entro l’anno ??? :-P

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.